Un silenzio apparente

da

in
"La notte mi chiede chi sono
Sono il segreto della profonda nera insonnia
sono il suo silenzio ribelle
ho mascherato l’anima di questo silenzio
ho avvolto il cuore di dubbi
immota qui
porgo l’orecchio
e i secoli mi chiedono
chi sono..." 
Nazik al-Mala’ika 

C’è un silenzio apparente nella solitudine di ognuno. Le voci interiori ci interrogano, ci invitano a guardare il nostro fondo più nero. Non è ammessa resistenza alcuna. Resistere è la nostra peggiore condanna. 

Ascolta.

Siediti e ascolta.

Abbandonati e ascolta il vento incessante delle tue voci del cuore.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *